Sharing is caring!

casa della salute zagaroloÈ stata inaugurata nella mattinata di oggi la Casa della Salute di Zagarolo. A Borgo San Martino, nell’ex Scuola De Amicis, un’area accoglienza con sportello prenotazioni (CUP) e ambulatori attrezzati per attività specialistiche hanno aperto le porte scoprendo servizi e prestazioni offerte.

La fase di distruzione del settore sanitario del Lazio è finita – ha spiegato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – Otto anni fa avevamo un budget per il servizio sanitario di 10 miliardi di Euro e ne spendevamo 12. Il Governo ci impose di arrivare ad un disavanzo 0. Le conseguenze di questo debito insostenibile accumulato sulle nostre spalle furono il blocco assunzioni e il precariato. Siamo arrivati, adesso, ad una curva del disavanzo che sta scendendo ed abbiamo iniziato a trasformare questa Sanità. Nel 2016 abbiamo assunto 450 persone. La fase della ricostruzione ha previsto una sinergia tra le reti ospedaliere ed abbiamo ripreso gli investimenti. Abbiamo sottoscritto l’accordo con i Sindacati per contrattualizzare i precari. Siamo arrivati ad oggi, ad una giornata importante soprattutto per Zagarolo e per chi ha gettato le basi di questa Casa della Salute. Una precisazione: questa Casa della Salute è uguale a quelle che sono sorte e sorgeranno in altri comuni laziali. Questo significa che chi entrerà qui dentro, entrerà a far parte della rete della salute del Lazio”.

La Casa della Salute di Zagarolo sarà aperta tutti i giorni, dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 7.30 alle ore 20.00; il Sabato dalle ore 7.30 alle ore 14.00.

La Casa della Salute assume un’importanza decisiva per Zagarolo e per l’area castellana e prenestina perché andrà a rispondere alle richieste di servizi sociosanitari di cui il territorio ha bisogno – ha aggiunto il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai – Io metterei l’accento proprio su questo: il territorio. Perché la scommessa vincente per la sanità è investire sul territorio, uscire dal tradizionale approccio dell’ospedale al centro di tutto per passare ad un’idea di sanità orientata sugli stili di vita e l’assistenza di base. Solo in questo modo si passerà ad una sanità sostenibile offrendo un’assistenza migliore ai cittadini e riducendo contestualmente gli accessi impropri al pronto soccorso”.

Al centro di questa rivoluzione – ha concluso Gabriele Salvi, consigliere incaricato alla sanità di Zagarolo – dovrà esserci il ‘Medico di medicina generale’ che sarà il fulcro di questa nuova organizzazione, attivando le unità di cure primarie, gli ambulatori del Sabato e i percorsi diagonistico-terapeutici preferenziali per le malattie croniche. La Casa della Salute inaugurata oggi è senza dubbio un grande passo in avanti in termini di servizi sanitari. Una struttura che diventa di tutti i cittadini del territorio, aprendosi alla comunità castellana e prenestina e trasformandosi anche in un volano economico di non poco conto”.

Ufficio Stampa e Comunicazione Città di Zagarolo

Comments

comments