Sharing is caring!

ghio 2 (Large)«Il Racing club sta crescendo a ritmi esponenziali grazie ad una società che programma, investe e produce idee importantissime: anche i giovani calciatori, come i vari tecnici, devono essere all’altezza di una società di questo tipo». Le parole di mister Maurizio Ghio, da un mese circa alla guida “solitaria” degli Allievi regionali fascia B (dopo che mister Sandro Tovalieri ha preferito concentrarsi esclusivamente sul “suo” gruppo, quello dei Giovanissimi), sono un chiaro messaggio all’ambiente e in special modo al suo gruppo che attualmente è terzo in classifica. «Questo gruppo ha le potenzialità per non perdere nessuna partita se ci mette la voglia e la concentrazione giusta. Ecco, nell’ultimo periodo non ho visto l’atteggiamento corretto per preparare e affrontare le partite. La società mi ha dato carta bianca – sottolinea con forza Ghio – e quindi da ora fino a fine campionato tutti i ragazzi sono sotto esame: chi dimostrerà qualità morali, prima ancora che tecniche, potrà rimanere nella famiglia del Racing. Per gli altri, non ci sarà spazio». Nel prossimo turno gli Allievi regionali fascia B giocano una gara verità sul campo della Polisportiva Carso, seconda forza del girone che ha quattro punti di vantaggio ed è ad una sola lunghezza dalla vetta. «Vedremo come ci comporteremo in un test di grande spessore. Ripeto, le qualità i ragazzi le hanno tutte: devono solo utilizzarle nella maniera migliore». Non come accaduto nell’ultimo match, quello perso con la Virtus Nettuno per 2-1. «Dopo un primo tempo chiuso sullo 0-0, abbiamo subito gol per una disattenzione sugli sviluppi di una palla inattiva – commenta Ghio che tra l’altro allena anche i Pulcini 2005 della società del presidente Antonio Pezone -, ma siamo riusciti a pareggiare poco dopo con Moscovici, al quale avevo predetto il gol, nonostante l’inferiorità numerica causata dall’espulsione di Lorenzo Fusco. Un altro errore di concentrazione, però, ci è costato una sconfitta che non mi è piaciuta». Il gruppo Allievi regionali B del Racing ha ancora il destino nelle proprie mani, ma dovrà tornare brillante come a inizio stagione.

 

Comments

comments