Sharing is caring!

Forze di centrosinistra, associazioni e Amministrazione comunale annunciano il proprio candidato

Roberto Pizzuti candidato presidente de “La Spiga” per l’Università Agraria di Valmontone

Roberto Pizzuti, ex assessore del Comune di Valmontone e consigliere uscente della locale Università Agraria, è il candidato presidente de “La Spiga”, la lista candidata alle prossime elezioni di rinnovo degli organismi dell’Ente che fa riferimento a forze del centrosinistra, associazioni e all’Amministrazione comunale.

Non credo – dichiara il candidato presidente – sia necessario presentare la mia persona, visto che il sottoscritto, sia sotto il profilo umano che delle relazioni, in città è ben conosciuto. Tra i motivi che hanno spinto la lista a puntare sul sottoscritto c’è, sicuramente, un curriculum da amministratore pubblico che mi ha visto impegnato in diversi ambiti: oltre ad essere stato eletto più volte al Consiglio comunale a Valmontone, infatti, sono stato Assessore al bilancio, dal 2007 al 2010 con Angelo Angelucci sindaco, e consigliere dell’Università Agraria. Ho ricoperto, inoltre, le cariche di vice presidente al Consorzio Acquedotto del Simbrivio e vice presidente al Consorzio Cis cura alla persona. Tutti incarichi per cui, credo, ho sempre dimostrato di saper lavorare in sintonia con la squadra avendo a cuore il bene comune, a totale disposizione dei cittadini”.

Tutti insieme – prosegue Roberto Pizzuti – lavoreremo per dare nuovo impulso all’Università Agraria al fine di valorizzare i terreni, creare opportunità lavorative per i giovani, attirare finanziamenti che consentano lo sviluppo del settore”.

Ecco le linee guida del programma de La Spiga.

REALIZZAZIONE FATTORIA DIDATTICA

Intesa sia come luogo fisico che come catalizzatore di iniziative informative e culturali, vuole essere lo strumento con cui consolidare i legami dei giovani e delle rispettive famiglie con le proprie origini ed il territorio, aiutando la conoscenza della produzione agricola vista come mezzo di tutela della risorse. Prevista, nel progetto, la realizzazione in via della Pace di un punto per la vendita di prodotti alimentari e la trasformazione del latte, da realizzare attraverso una società mista pubblico/privato che dia lavoro ad una decina di giovani. Senza contare l’indotto legato al turismo didattico ed eco compatibile, visto che – come risulta da diverse indagini – un grandissimo numero di bambini italiani non ha mai visto dal vivo una pecora o una mucca e non è mai entrato in un orto a contatto con i prodotti più comuni, come pomodori, fagiolini, melanzane, cavoli e radicchio.

VALORIZZAZIONE DEI TERRENI

Grande attenzione verrà posta in progetti di valorizzazione dei terreni dell’Ente, consentendo ai giovani di Valmontone di cogliere un’opportunità di lavoro rendendosi protagonisti del miglioramento del proprio territorio e dando loro l’opportunità di investire ed innovare in un settore importante come quello agricolo.

UNA NUOVA SEDE

Vogliamo realizzare una nuova sede dell’Università agraria di Valmontone, in cui accogliere anche un museo della storia contadina che leghi di più i cittadini alla tradizione e alle origini.

FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA E REGIONE LAZIO

Sviluppare una curata progettualità che consenta di attingere alle importanti risorse economiche che l’Unione Europea e la Regione Lazio, grazie alle politiche messe in atto dalla Giunta di Nicola Zingaretti, mettono a disposizione dello sviluppo rurale. In particolare è nostra intenzione realizzare dei pozzi per irrigare i terreni coltivati. 

POTENZIAMENTO VALLE DEGLI ORTI

Potenziamento e ampliamento della Valle degli Orti, dotandola anche di fornitura di energia elettrica. Un progetto che destina alcuni terreni all’“arte del coltivare”, nel rispetto della storia di questi luoghi e di regole etiche stabilite. Oltre al recupero delle aree possibile coltivare prodotti  di uso comune da vendere a prezzi economici accorciando la filiera dal produttore al consumatore.

Comments

comments