Sharing is caring!

via folcarotonda 007

In questi giorni la città di Palestrina si è vista protagonista di un improvviso risveglio delle coscienze dei vari soggetti coinvolti nelle elezioni comunali.

Ci si accorge, finalmente, che esiste un problema chiamato “viabilità” e ci si mobilita per coprire le “buche” della vecchia amministrazione. Questo per gran parte del territorio prenestino, con gran dispendio di energie e ed asfalto.

Lo strano fenomeno, però, evidentemente non coinvolge Via Folcarotonda, tanto da far sentire gli abitanti della zona cittadini di serie B.

Qui, da anni, si pagano regolarmente le tasse (quindi i servizi), ciò nonostante basta percorrere il tratto per trovarsi in presenza di numerose buche, tali da indurre gli automobilisti ad un pericolosissimo slalom per scegliere la meno dannosa.
Poi, un giorno, ti svegli e, all’altezza dell’incompiuto Palazzetto dello Sport (tratto particolarmente dissestato soprattutto ai bordi della strada e lasciato in totale stato di degrado ed abbandono), nello spiazzo sterrato antistante l’ingresso dello stesso, trovi delle spennellate di asfalto inutili e senza senso, probabile rimanenza di qualche rattoppo.

Non era, per logica, più necessario continuare a coprire le buche presenti sulla strada percorribile, risolvendo, così, un problema reale, piuttosto che sprecare materiale dove non serve? Via Sterpara e Via Folcarotonda sono state asfaltate a brevi tratti e poi, proprio alla fine dell’asfaltatura ci sono buche pericolose mentre sul terreno circostante e incolto, colate di asfalto.

Non ne facciamo un problema politico, ma solo di buonsenso e di civiltà.

I soldi degli abitanti di questa via hanno lo stesso valore di quelli più “fortunati”. E possiamo assicurare, vivendoci, che questo è soltanto uno dei problemi che affliggono questa area di Palestrina, senza voler entrare, poi, nel merito della gestione dell’acquedotto perché allora ci sarebbe tanto (troppo) da dire.

Gli abitanti di Via Folcarotonda.

via folcarotonda 008via folcarotonda 010

Eh si… sembra proprio che voi siate dei cittadini di serie B, purtroppo… Dalle foto inviate si vede anche l’incuria del terreno circostante lo scheletro del Palazzetto ed i ponteggi in procinto di crollare… Sono così solerti a multare se non si curano i propri terreni dall’erba alta ma in questo caso si lascia fare per anni. Ci sono regole da rispettare, ma non da tutti evidentemente. Mi colpisce anche la visuale della curva coperta dalla rete che nasconde, dentro il recinto, erba alta almeno quanto la recinzione stessa. Anche in questo caso, chi dovrebbe occuparsene? E’ lecito limitare la visuale di una curva, anche abbastanza pericolosa, con una rete fitta che non permette di vedere oltre? Non mi esprimo sulla colata di asfalto ad capocchiam perché mi sembra che abbiate già espresso tutto voi. Noi siamo solidali con voi e speriamo che questa lettera abbia riscontro con l’insediamento della nuova Amministrazione, ma diciamo subito che non abbiamo molte speranze perché di cambiato ci sembra ben poco, tant’è che ormai hanno smesso anche di asfaltare… Passata la festa, gabbato lo Santo! Non ci resta che sperare nell’opposizione che, fortunatamente, è abbastanza nutrita e speriamo riesca a fare bene il proprio lavoro, non come nel passato. Non demordete, qualcuno stavolta speriamo vi ascolti!

P.S. Siamo disponibili ad approfondire il discorso dell’acquedotto. A presto, quindi! 

via folcarotonda 005via folcarotonda 006

La REDAZIONE

 

Comments

comments