Sharing is caring!

Vis Artena, la Juniores Nazionale è pronta per iniziare il campionato Stagione nuova. Dopo la pausa estiva è pronto a ricominciare anche il Campionato Nazionale Juniores, con i rossoverdi inseriti nel girone H e che saranno impegnati sabato 14 settembre (data prevista per l’inizio della competizione) a Pomezia contro il Pomezia Calcio 1957. Quest’anno la crescita della “cantera” artenese è affidata a mister Pino Ciotoli, uomo di grande esperienza e che ha visto e fatto crescere intere generazioni di ragazzi, mentre, il direttore responsabile del settore giovanile è Aurelio Pennese. Pennese. Cosa ha cercato di portare di nuovo nella mentalità della società? In cosa si potrebbe migliorare? “L’idea è quella di riformare dei gruppi per poi poter lavorare sulla qualità per ottenere dei risultati importanti per acquisire le categorie. Questo è l’obiettivo principale sia societario, sia personale. Cosa posso apportare io alla società? L’esperienza nel settore giovanile, per fare lavorare dei mister con i ragazzi e ottenere qualità”. Pennese, un commento a sul girone e sul calendario. “Un girone importante dove noi andremo a valorizzare e a verificare la crescita dei ragazzi per farli poi approdare in prima squadra. Sono tutte squadre importanti, di altro livello; noi ci confronteremo alla pari con tutti, visti anche i risultati ottenuti nel pre-campionato. Siamo pronti per iniziare”. Mister. Pre-campionato terminato, che impressione hai avuto in questi primi giorni di lavoro? “Durante la fase di preparazione abbiamo svolto un ottimo lavoro sia sotto il piano atletico/fisico guidati dal Prof. Mattia Lampazzi, sia sotto il profilo tecnico/tattico, infatti, ci siamo confrontati in amichevoli importanti con squadre molto attrezzate che mi hanno dato indicazioni per migliorare e lavorare su alcuni aspetti in cui bisogna crescere. Ci sono stati dei miglioramenti e di questo ne sono molto felice ,siamo sulla strada giusta”. Mister. Che campionato ti aspetti di fare? “Il campionato che andremo ad affrontare posso solo dire che squadra e staff completamente nuovi, con tanti giovani del 2002e qualche 2001 d’esperienza ,sicuramente ci vorrà un po’ di tempo per trovare l’amalgama giusta. Però quello che è sicuro, in un campionato così importante, venderemo cara la pelle a tutti ,rispettando gli avversari ma non temendo nessuno. Poi sarà il tempo è il campo a parlare

Comments

comments